H1 H2 H3: come influenzano l’ottimizzazione SEO questi tag html

Tag title H1, H2, H3: una guida per utilizzarli correttamente

Quando si scrive un articolo per il blog si ha un desiderio: che venga mostrato nelle prime posizioni dei motori di ricerca. Affinché questo accada è importante che tutti gli elementi siano ottimizzati. Gli H1, H2, H3 e tutti gli altri meta tag html, fino all’H6, sono fondamentali per chi vuole ottenere i massimi risultati dal lavoro di blogging. Non esistono infatti solo le keyword per fare in modo che una pagina web o un sito web, si posizioni correttamente su Google.

I tag h1, h2, h3 e tutti gli altri, si utilizzano negli header del blog e delle pagine web. Leggete questa guida per scoprire come utilizzarli.

Come usare H1, H2, H3 correttamente

H1, H2, H3 hanno un’importanza fondamentale nell’ottimizzazione SEO di un sito web, ma occorre utilizzarli correttamente. Gli H1, H2, H3 servono per organizzare i contenuti di una pagina web o un articolo. La prima regola da tenere a mente è che il loro ordine è gerarchico, dove H1 è il titolo più importante e l’H6 quello meno.

H1 solitamente è il titolo principale, i titoli dei capitoli secondi per importanza sono invece indicati con H2. Se all’interno di un H2 ci sono altri sottoparagrafi o sezioni, si utilizzano i titoli H3. La suddivisione del testo in sezioni e di conseguenza l’uso dei titoli SEO H1, H2, H3, oltre a favorire il posizionamento fornendo utili indicazioni a Google per fargli capire il tema della pagina, aiuta anche la lettura da parte degli utenti.

All’interno dei vari H1, H2, H3 è bene inserire, coerentemente con il contenuto del paragrafo, le parole chiave più giuste.

La gerarchia dei titoli H1, H2, H3

I titoli H1, H2, H3, come dicevamo, hanno una gerarchia ben definita che serve a dare un’ordine, anche ai motori di ricerca, degli argomenti trattati all’interno di una pagina. L’H1 è il titolo che racchiude l’argomento chiave dell’articolo e contiene la parola chiave principale. L’H2 invece viene utilizzato per suddividere i capitoli, creando degli approfondimenti sul tema. Anche all’interno dell’H2 andrebbero inserite le parole chiave. Meglio se secondarie e correlate. L’importante è non esagerare con l’ottimizzazione. Infine, l’H3 è quello che divide ulteriormente il contenuto, in maniera ancora più specifica.

Differenza tra titoli H1 e tag title H1

Il tag title è il titolo SEO, quello dedicato ai motori di ricerca, importante per determinare i risultati per una data parola chiave. Ed è anche uno degli elementi che appare all’interno della SERP, in quello che viene definito “snippet”. Lo snippet non si vede sulla pagina, ma solo sulla SERP.

I tag title sono tra i fattori di SEO on-page più importanti per ottimizzare un contenuto. Al contrario dei titoli di pagina, ha caratteristiche particolari. L’H1 invece è il titolo che vedi all’interno di una pagina o un articolo, e che ne riassume il contenuto.

I titoli SEO nel codice html vengono scritti così: <h1>titolo</h1>. Il tag heading è un tag che si apre e si chiude, con all’interno un testo nella parte centrale.
L’H1 è invece il titolo di una pagina web dedicato agli utenti. Ovvero l’intestazione di un articolo che si può leggere quando si visita un sito web. A volte tag title e H1 possono coincidere.

L’H1 può contenere una parola chiave e più breve è, meglio è. L’H2 invece è quello che viene utilizzato con maggiore frequenza, come nel caso di questo articolo. A seguire, i titoli H3 approfondiscono e contribuiscono a creare ancora maggiore ordine.

H1, H2, H3: errori da evitare

Affinché la distribuzione di H1, H2, H3 all’interno di un testo sia utile occorre fare attenzione a non compiere determinati errori.

L’H1 è quello che si trova all’inizio di ogni articolo e dovrebbe essere uno solo per pagina. Metterne più di uno potrebbe essere un problema, perché Google non capirebbe il contenuto del testo.

Altro aspetto a cui fare attenzione è quella pratica che viene chiamata “keyword stuffing”. Non inserite all’interno dei titoli un numero eccessivo di parole chiave senza senso. Google non ama l’inserimento forzato di parole chiave. Inoltre, occorre evitare di inserire nei “tag heading” testo inutile o fare titoli eccessivamente lunghi.
Inoltre, evitate anche di saltare la gerarchia. Gli H1, H2, H3 dovrebbero avere un ordine decrescente, dal più importante al meno importante, fino all’H6 e non è consigliabile saltare un title intermedio, passando – ad esempio – da H2 a H4.

Conclusione

L’utilizzo dei tag H1, H2, H3 è fondamenatle ed è alla base del SEO copywriting. Se vuoi approfondire questo ed altri aspetti del SEO copywriting scarica gratuitamente il mio e-book! “Guida al SEO Copywriting – Come realizzare un articolo ottimizzato SEO e utile per gli utenti”, un’introduzione pratica alla creazione di contenuti che siano ottimizzati per i motori di ricerca.

Tra i temi che potrai approfondire ci sono:

  • Come scegliere le parole chiave per ottimizzare il tuo contenuto.
  • Come creare il titolo accattivante e ottimizzato SEO
  • Consigli per strutturare un articolo per il web
  • Cosa sono tag title, meta description e H.
  • Tanti suggerimenti per la creazione di un blog basato sulla scrittura persuasiva

SEO Leader un partner per il tuo successo online

Vuoi ricevere traffico qualificato da Google e incrementare visibilità e conversioni?
Contattami e costruiremo un business di successo

Vuoi ricevere traffico qualificato da Google e incrementare visibilità e conversioni?

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI* Se ci contatti o compili il form in questa pagina ti informiamo che i dati personali che ci hai volontariamente fornito verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alla richiesta posta ed eventualmente la mail generata potrà essere conservata all’interno del sistema di ricezione di email utilizzato dal titolare del sito. Questi dati non verranno registrati su altri supporti o dispositivi, né verranno registrati altri dati derivanti dalla tua navigazione sul sito e non saranno utilizzati per nessuna altra finalità (INFORMATIVA ART.13 REGOLAMENTO 679/2016)

Compila il breve questionario e riceverai in Omaggio un esclusivo e-book!

“Guida al SEO Copywriting - Come realizzare un articolo ottimizzato SEO e utile per gli utenti”

Consulente SEO | SEO Specialist | Esperto SEO | SEO Milano

Cosa contiene l'e-book?

Un’introduzione pratica alla creazione di contenuti che siano ottimizzati per i motori di ricerca.

Tra i temi che potrai approfondire ci sono:

  • Come scegliere le parole chiave per ottimizzare il tuo contenuto.
  • Come creare il titolo accattivante e ottimizzato SEO.
  • Consigli per strutturare un articolo per il web
    cosa sono tag title, meta description e H.
  • Tanti suggerimenti per la creazione di un blog basato sulla scrittura persuasiva.

Compila il questionario:

Dove ci hai conosciuto:
Ti interessa ricevere un SEO Audit Gratuito del tuo sito?
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI* Se ci contatti o compili il form in questa pagina ti informiamo che i dati personali che ci hai volontariamente fornito verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alla richiesta posta ed eventualmente la mail generata potrà essere conservata all’interno del sistema di ricezione di email utilizzato dal titolare del sito. Questi dati non verranno registrati su altri supporti o dispositivi, né verranno registrati altri dati derivanti dalla tua navigazione sul sito e non saranno utilizzati per nessuna altra finalità (INFORMATIVA ART.13 REGOLAMENTO 679/2016)