Posizionamento Google: Guida a come migliorare Google ranking?

Sempre più persone, negli ultimi anni, hanno iniziato ad interessarsi di posizionamento sui motori di ricerca. Tanti, dopo aver frequentato un corso o letto un manuale, hanno deciso di gestire autonomamente la SEO del proprio sito. Quasi tutti, però, si sono accorti che conoscere le tecniche SEO senza sapere mettere in sequenza le azioni non porta necessariamente ad un buon risultato di posizionamento su Google. Sicuramente conoscere le principali tattiche da mettere in pratica è utile, ma purtroppo – o per fortuna, questo non fa di te un SEO. Infatti, come tutti ormai sappiamo, Google attribuisce uno “score” (un punteggio) ad ogni sito. I fattori di ranking (detto SEO ranking factor) sono tantissimi, e questo spiega abbastanza chiaramente la difficoltà di raggiungere un buon posizionamento su Google per tantissimi siti web.

Oggi andremo a vedere insieme quali sono gli aspetti più rilevanti da tenere in considerazione per posizionare un sito web:

  1. Cosa sono i fattori di ranking
  2. Migliorare posizionamento Google: la SEO on-site
  3. Posizionamento sito su Google: l’importanza della struttura del sito
  4. Posizionamento siti web su Google: la SEO off-site
  5. Verifica posizionamento Google: i tool consigliati
  6. Posizionamento siti web su Google: serve davvero un consulente SEO?

Cosa sono i fattori di ranking

I sistemi di ranking di Google sono una serie di algoritmi determinanti per il posizionamento di un sito web in Google. Conoscere i fattori che determinano questo risultato è fondamentale per migliorare il posizionamento su Google. Inoltre come noto i motori di ricerca sono in costante evoluzione, si pensi ad esempio al rilascio a Maggio 2021 di Google Page Experience update che metterà la velocità al centro del nuovo algoritmo con le metriche definite da Core Web Vitals. È quindi difficile, per una persona che ha iniziato ad approcciarsi adesso alla SEO, capire quali fattori di ranking sono più importanti per il posizionamento di un sito su Google. In questo articolo ti fornirò alcune informazioni utili sui fattori di ranking, in modo che tu possa perlomeno capire per quale motivo il tuo sito non è ben posizionato sui motori di ricerca.

Innanzitutto, partiamo con il dire che non tutti i fattori di ranking sono importanti allo stesso modo, per Google. Alcuni sono indispensabili, altri invece lo sono meno. Su alcuni non abbiamo la possibilità di esercitare un’influenza diretta, su altri invece sì.

La SEO ovviamente si evolve parallelamente a Google e ogni cambiamento introdotto all’interno dell’algoritmo influisce sulle strategie da adottare.

Migliorare posizionamento Google: la SEO on-site

Che tu sia un SEO alle prime armi o il CEO di un’azienda in cerca di spiegazioni per capire come posizionare meglio il tuo sito web, è bene sapere quali sono i fattori di ranking più importanti. Inizieremo ad analizzare i fattori di SEO on page, ovvero tutti quegli elementi che sono propri di un sito web e che un SEO può aiutarti a migliorare per favorire il posizionamento su Google e rendere più visibile il tuo sito nelle ricerche effettuate dagli utenti.

Posizionamento Google: parola chiave nel tag Title

Il meta title è uno degli elementi più importanti per far capire a Google il tema di una pagina o di un sito web. Infatti i motori di ricerca utilizzano proprio questi tag per trarre informazioni da utilizzare nei risultati di ricerca. Includere le parole chiave più importanti con le quali vorrai posizionare il tuo sito nei tag title aiuterà Google a classificare una pagina.

La parola chiave, per essere ancora più efficace, dovrebbe essere situata all’inizio del tag title. Quindi, le pagine web che avranno la parola chiave in questa posizione, anziché alla fine del tag title, avranno un ranking più alto.

Posizionamento Google: parola chiave nella Meta Description

Altro fattore di ranking importante riguarda la parola chiave nel tag Meta Description. Non tutti i SEO sono d’accordo su questo punto, ma l’evidenza sembra ancora dimostrare che questa pratica ha una sua rilevanza nel posizionamento di un sito su Google.

Inoltre, non bisogna nemmeno dimenticare che la Meta Description è una delle poche parti visibili agli utenti, in una query di ricerca. Quindi, insieme al Title, è fondamentale per incentivare le persone a cliccare sulla pagina e navigare il tuo sito web.

Parola chiave nell’H1: come impatta nel posizionamento su Google

Anche inserire una delle parole chiave che intendi posizionare all’interno dell’H1 è un importante fattore di ranking. L’H1 infatti è, in ordine di importanza, uno degli elementi principali per far capire agli utenti e ai motori di ricerca il tema trattato all’interno di una pagina web. Allo stesso modo anche l’H2, H3, H4…possono contenere delle keyword della tua pagina.

Keyword nell’URL

L’URL di un sito web è una delle sue parti più importanti, quindi inserire la keyword al suo interno darà un forte segnale di pertinenza a Google.

Posizione della keyword all’interno della pagina

In passato si pensava che inserire una keyword frequentemente all’interno di una pagina web aiutasse i motori di ricerca a far capire quale fosse il tema trattato dal sito. Oggi non è più così e addirittura la keyword stuffing, ovvero l’eccessiva densità di una parola chiave all’interno di una pagina web, è ritenuto un fattore penalizzante. Invece, risulta essere molto importante la posizione in cui la parola chiave viene inserita. Di solito, sarebbe meglio che fosse inserita nella prima metà del testo (nelle prime 100 parole) oltre che, come abbiamo appena visto, nei vari H1, H2, H3….

Search intent (Intento di ricerca)

Tra i fattori di ranking importanti c’è anche l’intento di ricerca, ovvero la corrispondenza che Google dà tra una determinata parola chiave e un contenuto.

L’intento di ricerca è ciò che un utente sta cercando e, dal momento che ogni parola chiave è diversa, saranno diversi anche gli intenti che si nascondono dietro ad una query di ricerca.

Individuando l’intanto di ricerca capirai che genere di contenuto realizzare e rispondere alle domande dei tuoi potenziali clienti.

Posizionamento su Google: lunghezza del contenuto

Altro aspetto molto importante è la lunghezza del contenuto. Ma attenzione, un testo lungo ma poco incisivo, non avrà la stessa rilevanza di un testo lungo ed esaustivo. Quindi cerca di toccare, all’interno dei tuoi testi, il maggior numero di argomenti correlati possibili, in relazione al tema trattato da una determinata pagina web. Più riuscirai a coprire un determinato argomento, migliore potrà essere il tuo posizionamento. La lunghezza giusta? Non esiste ma personalmente un testo deve avere per riuscire ad avere una trattazione non superficiale di un topic almeno 400 parole. Esistono poi i pillar content (articoli d’approfondimento) come questo articolo che superano ampiamente questa dimensione.

Qualità dei contenuti

Sono anni che ce lo ripetiamo: Google premia i contenuti di qualità. Il premio in questione è un buon posizionamento nei risultati delle ricerche effettuate dagli utenti. Se i tuoi contenuti sono sciatti, superficiali o poco curati, difficilmente potrai aspettarti di ottenere buoni risultati. Per lo sviluppo di contenuti ti suggerisco di leggere la sezione sel sito relativa al SEO Copywriting e di scaricare il mio ebook gratuito dal titolo “Guida al SEO Copywriting – Come realizzare un articolo ottimizzato SEO e utile per gli utenti”,

Contenuti duplicati

Occorre inoltre fare attenzione al fatto che i contenuti del tuo sito web siano originali e non duplicati. Se vuoi migliorare il posizionamento su Google del tuo sito web aziendale non dovrai avere contenuti simili sulle varie pagine del tuo sito. Nel caso in cui questo non sia possibile, e due pagine del tuo sito abbiano inevitabilmente contenuti simili, ti consigliamo di utilizzare il “tag canonico”. In questo modo eviterai che il contenuto duplicato, o molto simile, di due pagine del tuo sito diventi un problema, dicendo a Google che quelle due pagine sono da considerarsi come una sola.

Immagini ottimizzate

Non sono solo i testi ad essere importanti per il posizionamento su Google, anche le immagini. Se vuoi che il tuo sito goda di un buon posizionamento su Google dovrai fare in modo che anche le immagini siano ottimizzate con didascalia, descrizione e testo alternativo. In questo modo fornirai utili informazioni a Google per la loro pertinenza all’interno di una pagina web. Il concetto di pertinenza è molto importante, nel 2019 quando ho preso parte ad alcune sessioni di presentazione del nuovo algoritmo di Google chiamato Google BERT veniva suggerito di avere accortezza nella scelta delle immagini; se paradossalmente si stava scrivendo un articolo su un gatto ed inavvertitamente si fosse inserito quella di un cane poteva impattare negativamente sul posizionamento organico. Se desideri approfondire questo argomento ti suggerisco la lettura di questo articolo https://cognitiveseo.com/blog/5909/did-google-read-text-image-can-affect-my-rankings/ ; se invece ti stai chiedendo cosa sia Google BERT eccoti una breve spiegazione:  Google BERTaiuta il motore di ricerca di Google a comprendere meglio le query utilizzate dagli utenti (intento di ricerca dell’utente). BERT lo fa aiutando Google a comprendere le sottili sfumature e il contesto della query di ricerca meglio che in passato.

Contenuti freschi

Se il tuo sito dispone anche di un’area blog, è importante che gli articoli vengano aggiornati costantemente. Infatti l’algoritmo di Google apprezza particolarmente i contenuti “freschi”. Una buona strategia, per raggiungere questo obiettivo, è avere un piano editoriale SEO. In questo modo potrai pianificare, anche a lungo termine, le pubblicazioni del tuo blog e ottenere un buon ranking da parte di Google.

Link in uscita

Per il posizionamento Google del tuo sito web aziendale non deve trascurare nemmeno i link in uscita. I collegamenti a siti autorevoli sono fondamentali per ottenere fiducia dai motori di ricerca. Attenzione però: troppi link in uscita possono diminuire il pagerank del tuo sito. Vanno quindi utilizzati con attenzione e senza abusarne.

Collegamenti interni (Internal Links)

I collegamenti interni sono collegamenti ipertestuali che puntano ad un URL di destinazione presente nello stesso dominio; semplificando, un collegamento interno è quello che punta a un’altra pagina sullo stesso sito web. Per migliorare il posizionamento su Google ed il il ranking su una o più parole chiave occorre anche inserire dei collegamenti interni tra le pagine del tuo sito. L’interconnessione infatti è utile per dare più forza al tuo sito e dare visibilità a più pagine contemporaneamente.

Posizionamento su Google: l’importanza della struttura del sito

Oltre agli elementi del sito, che abbiamo appena visto e che sono facilmente modificabili da un SEO o un consulente SEO, giocano un importante ruolo nel posizionamento su Google anche gli elementi strutturali del sito. Quindi se vuoi posizionare il tuo sito web aziendale ti consigliamo di non trascurarli. Ecco quali sono i più importanti.

Mappa del sito

L’alberatura del sito del sito è l’elemento che aiuta i motori di ricerca a indicizzare tutte le pagine. In poche parole è il tuo modo di dire a Google che il tuo sito esiste e quali pagine comprende.

Domain authority: uno dei 3 ranking factor più importanti per un buon Posizionamento Google

Un fattore fondamentale per essere primi su Google è la Domain authority, ovvero l’autorità di un dominio.  Un dominio per potersi posizionare deve essere agli occhi di Google affidabile, pertinente e rilevante. Più riuscirai a comprendere l’importanza di queste parole e più riuscirai a regalare un ottimo posizionamento Google al tuo sito web. La domain authority descrive dunque sia l’affidabilità del dominio che la pertinenza per una specifica area tematica o settore. Ovviamente se il tuo sito esiste già da qualche anno sarai avvantaggiato. Infatti, l’affidabilità è data da una buona reputazione. Se tu o il tuo SEO vi siete comportati bene, il tuo sito si sarà guadagnato la fiducia di Google e potrai godere di un posizionamento migliore rispetto alla concorrenza.

Posizione del server

Secondo alcuni SEO la posizione di un server può aiutare a migliorare il posizionamento di un determinato sito web per quel particolare paese.

Ottimizzazione per siti mobile

Questo aspetto, oltre a piacere molto a Google, piace anche gli utenti che sempre di più utilizzano gli smartphone per navigare il web. Quindi, un sito web ottimizzato per dispositivi mobile ti aiuterà a migliorare il tuo posizionamento su Google.

Integrazione con Google Search Console

Se il tuo sito è stato verificato tramite gli strumenti per Webmaster di Google, potrebbe aiutarti nel posizionamento. In particolare non dimenticarti mai di creare la sitemap del sito web e di notificarla a Google tramite Google Search Console. Il file sitemap,xml dovrebbe contenere le stesse pagine dell’alberatura del sito divise per categoria ed omettendo le aree riservate.  Se assente generalo immediatamente.

Velocità di caricamento

Anche la velocità di caricamento di un sito è un aspetto importante. Infatti Google ha annunciato che a partire da maggio 2021 la velocità di caricamento del sito web sarà uno dei parametri di valutazione per il ranking. Questo significa che Google considererà la reattività e la velocità con cui vengono caricati i diversi elementi della pagina, come caratteri e immagini, un punto positivo per il posizionamento. L’obiettivo finale sarà quello di rendere l’esperienza di navigazione, da parte dell’utente, sempre più piacevole. Approfondisci questo aspetto leggendo l’articolo sui core web vitals .

Posizionamento siti web su Google: la SEO off-site

Non esistono solo i fattori relativi alla SEO on-site, come abbiamo visto, e alla struttura del sito. Esistono anche altri fattori esterni, chiamati SEO off-site, che possono influenzare il posizionamento dei siti web su Google e il loro ranking. Vediamo insieme quali sono questi fattori.

Domini collegati

Il numero di domini collegati al tuo sito è un fattore di ranking significativo. In poche parole, stiamo parlando dei link in entrata.

Pagine di collegamento

Oltre ad avere tanti siti che linkano al tuo sito, è importante anche avere più collegamenti da un singolo dominio. Questo migliorerà il posizionamento delle tue pagine web.

Autorità dei link in entrata

Non tutti i link in entrata sono uguali. Se a linkare il tuo sito è un altro sito con una buona autorità, quel link sarà più importante di altri che hanno autorità inferiore.

Rilevanza

Nell’ottica di un buon posizionamento su Google, è importante anche la rilevanza dei link in ingresso. Secondo alcuni SEO hanno maggiore rilevanza i collegamenti che provengono da pagine che hanno un argomento correlato all’argomento delle tue pagine web.

Link da home page

Un link proveniente da una home page è più rilevante di quello proveniente da una pagina interna del sito.

Link Follow vs. No follow

I link follow (anche detti do follow) per Google hanno un peso maggiore rispetto ai link no follow, che invece non vengono considerati. Quindi, i link in entrata al tuo sito devono essere di questo genere, se desideri che il tuo sito si posizioni. Mi preme una precisazione riguardo ai link no follow da qualche tempo più che ignorati sembra che questi contenuti vengano presi come suggerimenti. A questo proposito ti suggerisco la lettura di questo approfondimento . Quando si parla di link fate molta attenzione e soprattutto ricordate che un profilo backlink naturale è caratterizzato sia da link do follow che da link no follow. Se sei interessato a fare Digital PR per accrescere l’autorevolezza del tuo dominio e del tuo Brand, contattami.

Varietà

Anche avere diverse tipologie di link è un fattore che più migliorare il rank del tuo sito. Infatti, avere troppi link di un solo genere possono indicare spam e quindi penalizzare il tuo sito su Google. Fai molta attenzione dunque.

Link contestuali

Se il link in entrata al tuo sito è posizionato all’interno del testo di una pagina questo avrà più valore rispetto a quello che proviene, ad esempio, da una barra laterale o dal footer di un altro sito web.

Verifica posizionamento Google: i tool consigliati

Se vuoi essere sicuro e verificare il posizionamento del tuo sito su Google, rilevare la presenza di alcuni errori o mancanze, ti consiglio di utilizzare un tool SEO. Ce ne sono tantissimi, alcuni free e altri a pagamento. Ecco quali sono i miei preferiti.

SemRush Tracking

SEM Rush tracking permette di avere uno storico delle posizioni raggiunte per qualsiasi keyword. Può essere impostato per diversi generi di dispositivi e permette di valutare il posizionamento per le keyword rispetto ai tuoi competitor.

MOZ Rank Tracking

Con questo tool potrai scoprire tutto quello che ti interessa in tema di visibilità sulle SERP. Potrai comparare il posizionamento del tuo sito sia sulle SERP desktop che mobile, e verificare le posizioni raggiunte. Si tratta di un tool a pagamento con un trial gratuito.

Search Console

Non poteva mancare ovviamente la Google Search Console. Google Search Console è una raccolta di strumenti e risorse per aiutare i proprietari di siti web, webmaster, web marketer e professionisti SEO a monitorare le prestazioni del sito web nell’indice di ricerca di Google. Le funzionalità includono informazioni sull’aspetto della ricerca, traffico di ricerca, aggiornamenti tecnici sullo stato, dati di scansione e risorse educative aggiuntive. Google Search Console era precedentemente noto come Centro webmaster di Google e poi Strumenti per i Webmaster di Google fino a quando ha assunto il nome attuale nel 2015. Questo tool, grazie all’integrazione con Google Analytics, ti permetterà di ottenere un enorme quantità di informazioni attendibili sulle visite effettive che hai ottenuto sul tuo sito web.

La Search Console offre informazioni sia sui risultati in termini di posizionamento che di visite effettive, con le impression, ovvero il numero di volte in cui un contenuto viene restituito tra i risultati organici, che di click.

Posizionamento siti web su Google: serve davvero un consulente SEO?

La risposta è solo una: sì. Come hai potuto vedere in questo google seo how to, i fattori da tenere in considerazione per posizionare con successo un sito web su Google sono tantissimi, inoltre cambiano man mano che Google evolve il proprio algoritmo. Questo significa che, per ottenere un buon risultato, è necessario un lavoro a tempo pieno, che non tutti possono permettersi di seguire. Il lavoro di un SEO richiede competenze, ovviamente, ma anche continui aggiornamenti. Se non hai tempo e risorse per seguire questa attività ti consiglio di servirti della consulenza SEO di SEO Leader. Studio la tua strategia e ti seguo passo passo nella sua applicazione, monitorando i risultati raggiunti e valutando eventuali modifiche.

SEO Leader inoltre può fornirti anche la necessaria formazione per seguire le attività di SEO, grazie al servizio di SEO Coaching. In questo modo potrai capire le operazioni che vengono fatte e se l’agenzia o la figura che si occupa di seguire la parte SEO per conto della tua azienda sta facendo un buon lavoro. Approfitta del servizio di SEO Coaching e la SEO non sarà più un mistero per te.

La formazione, quando si parla di web è fondamentale: ti aiuterà a capire come fare i tuoi investimenti e assicurarti che tutto venga svolto correttamente.

L’attività di SEO Coaching di SEO Leader coniugherà formazione e operatività, di modo che tu possa capire e applicare fin da subito le azioni più giuste per ottimizzare il tuo sito sui motori di ricerca. Ogni proposta di SEO Coaching verrà ritagliata su misura e modulata in base alle reali necessità aziendali e potrà continuare anche in un secondo momento, con un’attività di consulenza.

Contattami per una chiacchiarata informativa: analizzeremo insieme il tuo sito web aziendale e capiremo come migliorare il tuo posizionamento Google e sugli altri motori di ricerca.

SEO Leader un partner per il tuo successo online

Vuoi ricevere traffico qualificato da Google e incrementare visibilità e conversioni?
Contattami e costruiremo un business di successo

Vuoi ricevere traffico qualificato da Google e incrementare visibilità e conversioni?

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI* Se ci contatti o compili il form in questa pagina ti informiamo che i dati personali che ci hai volontariamente fornito verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alla richiesta posta ed eventualmente la mail generata potrà essere conservata all’interno del sistema di ricezione di email utilizzato dal titolare del sito. Questi dati non verranno registrati su altri supporti o dispositivi, né verranno registrati altri dati derivanti dalla tua navigazione sul sito e non saranno utilizzati per nessuna altra finalità (INFORMATIVA ART.13 REGOLAMENTO 679/2016)

Compila il breve questionario e riceverai in Omaggio un esclusivo e-book!

“Guida al SEO Copywriting - Come realizzare un articolo ottimizzato SEO e utile per gli utenti”

Consulente SEO | SEO Specialist | Esperto SEO | SEO Milano

Cosa contiene l'e-book?

Un’introduzione pratica alla creazione di contenuti che siano ottimizzati per i motori di ricerca.

Tra i temi che potrai approfondire ci sono:

  • Come scegliere le parole chiave per ottimizzare il tuo contenuto.
  • Come creare il titolo accattivante e ottimizzato SEO.
  • Consigli per strutturare un articolo per il web
    cosa sono tag title, meta description e H.
  • Tanti suggerimenti per la creazione di un blog basato sulla scrittura persuasiva.

Compila il questionario:

Dove ci hai conosciuto:
Ti interessa ricevere un SEO Audit Gratuito del tuo sito?
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI* Se ci contatti o compili il form in questa pagina ti informiamo che i dati personali che ci hai volontariamente fornito verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alla richiesta posta ed eventualmente la mail generata potrà essere conservata all’interno del sistema di ricezione di email utilizzato dal titolare del sito. Questi dati non verranno registrati su altri supporti o dispositivi, né verranno registrati altri dati derivanti dalla tua navigazione sul sito e non saranno utilizzati per nessuna altra finalità (INFORMATIVA ART.13 REGOLAMENTO 679/2016)