Content Strategy: perché mettere il contenuto al centro della strategia di marketing

Abbiamo già parlato di Inbound Marketing e dell’importanza di farsi trovare dai nuovi potenziali clienti. I contenuti, in questo processo sono importantissimi. Grazie ad approfondimenti, guide, infografiche e tutto quello che può essere ritenuto utile e interessante per un utente, farsi trovare dagli utenti con determinate parole chiave diventa più semplice. Tutto questo prende il nome di Content Marketing. Oggi vedremo insieme come una Content Strategy può aiutarti a migliorare la visibilità della tua azienda, a migliorare la brand awareness e, infine, a far crescere i tuoi affari.

Indice argomenti

  1. Content Strategy: definizione
  2. Content Strategy: a cosa serve
  3. Migliora la tua Brand Awareness con la Content Strategy
  4. Come si crea una Content Strategy efficace
  5. SEO e Content Strategy
  6. Analisi dei risultati
  7. Conclusioni

Content Strategy: definizione

Quando si parla di Content Strategy o strategia dei contenuti si fa riferimento alla pianificazione e alla realizzazione di contenuti web. La Content Strategy si muove di pari passo con un piano editoriale SEO, e ha l’obiettivo di migliorare e rendere ancora più capillare la presenza online della tua azienda.
Come per ogni strategia, anche quella dei contenuti dovrà essere pianificata fino ai minimi dettagli. Quindi dovrai definire l’obiettivo, il dove questi contenuti verranno pubblicati, le tempistiche, il pubblico di riferimento che potrà leggerli e trovarli interessanti, le azioni che queste persone dovrebbero compiere per rendere davvero utile la tua strategia di Content Marketing, ma non solo. Dovrai avere ben chiaro in mente anche quali sono i contenuti più interessanti per il tuo pubblico di riferimento, prima compiendo alcuni tentativi e poi delineando una vera e propria mappa. Poi ancora dovrai controllare i tuoi competitor: cosa stanno facendo in merito ai contenuti, se li stanno realizzando o meno, su quale argomento e con quali risultati. In questo modo sarà più facile per te e la tua azienda posizionarsi in quelle zone grigie o nei buchi lasciati liberi, per arrivare a ottenere una visibilità sempre maggiore.
Niente dovrà essere lasciato al caso se si vuole che la Content Strategy che si sta adottando dia dei buoni frutti.

Content Strategy: a cosa serve

La Content Strategy, o Strategy Content che dir si voglia, è una strategia di marketing necessaria se si desidera raggiungere un maggiore numero di persone. Se il tuo sito aziendale non riceve traffico a sufficienza, la soluzione potrebbe essere quella di fare Marketing Content Strategy oppure, se lo stai facendo, di farlo in modo diverso. Quello che andrai a fare sarà, in parole molto semplici, creare contenuti di valore.
Molto spesso, chi ha un sito web, magari nuovo e realizzato seguendo le regole del web design, si sorprende di quanto poco traffico abbia. In realtà, se non si adotta una strategia SEO e di Content Marketing, ottenere traffico sul proprio sito è impossibile. Le persone devono riuscire a trovarti nell’enorme quantità di informazioni fornite dal web, digitando determinate parole chiave e, soprattutto, devono poter trovare informazioni realmente utili e originali.
Grazie ad una buona Content Strategy sul web, si potranno risolvere le necessità e le problematiche del proprio pubblico e migliorare la propria reputazione presso gli utenti.

Migliora la tua Brand Awareness con la Content Strategy

Creare contenuti ad hoc per la tua azienda ti permetterà infatti di migliorare la tua brand awareness, ovvero la considerazione che gli utenti hanno di te. Buoni contenuti, utili e originali, metteranno in risalto la tua professionalità, e le persone saranno più propense a fidarsi di te.
I contenuti non fanno bene solo al posizionamento, quindi, ma anche alla conoscenza, e alla percezione, che le persone hanno della tua azienda. La qualità paga, anche per quanto riguarda i contenuti. E-book, casi di studio, guide e naturalmente articoli pillar: realizzare contenuti interessanti ti farà apparire, presso il pubblico, come più consapevole del tuo prodotto o servizio.

Come si crea una Content Strategy efficace

Come avrai capito, avere una Digital Content Strategy è fondamentale per avere successo con la propria azienda. Al giorno d’oggi è impossibile pensare di non averne una. Ci sono però diversi passaggi, o step, da fare per realizzarla. Ecco quali sono.

Definire l’obiettivo

Il primo passo, quando si decide di avere una strategia di Content Marketing, è definire il proprio obiettivo. Ogni azione, per avere successo, deve essere pianificata correttamente e tendere al raggiungimento di un obiettivo, che deve essere sempre quantificabile. In questo modo, quando arriverà il momento di capire se la tua strategia ha funzionato o meno, potrai capirlo con estrema facilità basandoti su numeri e grafici, e non su una sensazione.
Uno degli obiettivi principali, di chi decide di adottare una strategia di Content Marketing è aumentare le visite del proprio sito aziendale. A prima vista potrebbe già apparire un obiettivo, ma spostandosi su un livello superiore, occorrerà domandarsi a cosa ti serviranno queste visite. Se l’obiettivo ultimo è quello di vendere di più o avere più contatti diretti iscritti alla newsletter, i tuoi utenti dovranno essere portati a compiere questa azione, anche grazie all’uso di contenuti creati ad hoc. Se riuscirai a rimanere focalizzato sul tuo obiettivo reale, sarà più facile raggiungerlo.

Scegliere il pubblico

Il secondo step, quando si crea una Marketing Strategy Content è la definizione del proprio pubblico. Una volta che avrai capito chi è che leggerà i tuoi contenuti potrai decidere di cosa parlare, in che modo e con quale tono di voce. E quindi, in definitiva, delineare con precisione il tuo Piano Editoriale SEO. Ma vedremo insieme tra poco di cosa si tratta. Per il momento soffermiamoci ancora sul pubblico. Per capire chi sarà e quali caratteristiche avrà l’utente che leggerà i tuoi contenuti web, dovrai farti qualche domanda. Ovvero: che lavoro svolge questa persona, quanti anni ha, da dove arriva, quali sono i suoi hobby, come ama occupare il tempo e quali sono le sue necessità.
Dovrai definire quella che viene chiamata Buyer Personas. Questo aspetto è davvero molto importante se si vuole avere una strategia di Content Marketing di successo, perché ti permetterà di realizzare contenuti davvero a fuoco per i tuoi lettori.

Pianificazione dei contenuti

Una buona Content Strategy richiede ovviamente pianificazione. Quindi dovrai distribuire i tuoi contenuti con precisione, servendoti di un piano editoriale SEO. Questo ti aiuterà a migliorare l’organizzazione e ad essere più capillare nella diffusione dei tuoi contenuti. Stabilirai delle scadenze e sarai certo di non dimenticarti nulla. Inoltre, grazie ad un piano editoriale SEO avrai sempre sott’occhio su quali argomenti stai pubblicando e quando è ora di cambiare tema.

Ottimizzazione dei contenuti

La SEO torna sempre, anche quando si parla di Content Strategy. Una volta svolto il lavoro di pianificazione non dovrai far altro che scrivere e ottimizzare il tuo articolo. Un buon punto di partenza potrebbe essere quello di individuare una problematica del tuo pubblico, e scrivere un articolo che spieghi come risolverla. Infine, una volta che avrai sviluppato il tuo testo in profondità, ricordati sempre di formattarlo. La formattazione è importante sia per far capire a Google quali sono le parti importanti del testo, le keyword e i gli argomenti toccati, che per guidare il lettore nella lettura. Un muro di testo senza formattazione non invoglierà le persone a leggerlo e gli utenti lo abbandoneranno. Al contrario un testo ben formattato sarà più invitante e le persone si intratterranno più a lungo a leggere quello che hai scritto.
Inoltre, non dimenticare nemmeno di inserire qualche immagine che possa chiarire quello che stai dicendo. Ogni immagine dovrà essere completata con ALT e testi alternativi, per accontentare la SEO.

SEO e Content Strategy

Come abbiamo appena visto, quando si parla di Content Marketing, non si può trascurare l’aspetto SEO. Se si creano dei contenuti è importante che si posizionino sui motori di ricerca quindi occorre fare una ricerca di parole chiare, individuare gli intenti di ricerca degli utenti e realizzare un piano editoriale SEO. Una volta che avrai individuato le keyword utili alla tua azienda, suddivise tra principali e secondarie, potrai anche selezionare i migliori argomenti di cui parlare.
All’interno del piano editoriale potrai inserire l’argomento dei tuoi articoli, la tipologia, dove questi verranno pubblicati e quando, e le parole chiave collegate a determinati link. Un piano editoriale SEO ti aiuterà anche ad avere un argomento di cui parlare. Infatti, ogni volta che ti viene in mente una buona idea per un articolo potrai appuntartela sul piano editoriale e poi, anche successivamente svilupparla.

Come è fatto un piano editoriale SEO

Per fare un piano editoriale non serve nessun software particolare, ma sarà sufficiente un file excel o Google Sheets.
Al suo interno dovranno essere inseriti i titoli dei tuoi contenuti, il giorno previsto per la pubblicazione, dove – se sul tuo blog o altrove, la keyword da utilizzare e tanto altro. Con un piano editoriale SEO raggiungerai l’obiettivo di sapere in anticipo su cosa devi lavorare nelle prossime settimane e mesi.
Molti si chiedono, soprattutto all’inizio, ogni quanto pubblicare sul proprio blog. Non esiste una regola. La cadenza delle pubblicazioni dipenderà dalla tipologia dei contenuti e della loro “profondità”. Se solitamente sei molto capillare, come nel caso di un pillar article, puoi anche decidere di diluire le tue pubblicazioni nel tempo. Se invece stai pubblicando soprattutto articoli di news, sulle novità del tuo settore, dovrai pubblicare più frequentemente. Il consiglio è però di variare la tipologia di pubblicazioni. In questo modo sarà anche più facile capire cosa funziona di più e cosa meno.

Analisi dei risultati

Periodicamente dovrai effettuare un’analisi dei risultati. Qualunque strategia online, come anche la Content Strategy, richiede una misurazione per capire se sta funzionando oppure no. Quindi, verifica i numeri e il loro andamento. In questo modo potrai capire cosa funziona e cosa no, nella tua Digital Content Strategy. Quello che non funziona può essere migliorato oppure eliminato, come ad esempio argomenti che pensavi fossero interessantissimi e invece non hanno avuto un grande riscontro tra il tuo pubblico. Al contrario, quello che funziona potrà essere approfondito maggiormente. Se hai notato che un articolo ha suscitato particolare interesse, potrai continuare ad approfondire quell’argomento e trovare anche temi collaterali che possano essere ugualmente interessanti per il tuo pubblico. Solo grazie ai risultati e ai dati potrai capire come migliorare la tua strategia.

Conclusioni

Come avrai capito, occuparsi di Content Strategy richiede abilità ma anche molta tecnica e pianificazione. Inoltre, sul web l’improvvisazione non paga. Occorre essere sempre aggiornati con tutte le novità della SEO e conoscere tutti gli step, se non si vuole perdere tempo e denaro. Se non hai una persona interna alla tua azienda che può occuparsene oppure vorresti farti affiancare da chi conosce bene questa attività, rivolgiti a un consulente di Web Marketing come SEO Leader. Un professionista potrà aiutarti a mettere in piedi la Content Strategy migliore per la tua azienda e a pianificare tutte le azioni. Dopo aver realizzato insieme il piano editoriale SEO, individuato le keyword, si potrà procedere con gli articoli che saranno realizzati e pubblicati con puntualità e in modo capillare, per farti trovare dal maggior numero di persone.

Contatta SEO Leader, faremo una chiacchierata per capire quali sono le tue necessità. Ci occuperemo della tua Content Strategy e tu potrai aumentare fin da subito il traffico sul tuo sito!

SEO Leader un partner per il tuo successo online

Vuoi ricevere traffico qualificato da Google e incrementare visibilità e conversioni?
Contattami e costruiremo un business di successo

Vuoi ricevere traffico qualificato da Google e incrementare visibilità e conversioni?

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI* Se ci contatti o compili il form in questa pagina ti informiamo che i dati personali che ci hai volontariamente fornito verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alla richiesta posta ed eventualmente la mail generata potrà essere conservata all’interno del sistema di ricezione di email utilizzato dal titolare del sito. Questi dati non verranno registrati su altri supporti o dispositivi, né verranno registrati altri dati derivanti dalla tua navigazione sul sito e non saranno utilizzati per nessuna altra finalità (INFORMATIVA ART.13 REGOLAMENTO 679/2016)

Compila il breve questionario e riceverai in Omaggio un esclusivo e-book!

“Guida al SEO Copywriting - Come realizzare un articolo ottimizzato SEO e utile per gli utenti”

Consulente SEO | SEO Specialist | Esperto SEO | SEO Milano

Cosa contiene l'e-book?

Un’introduzione pratica alla creazione di contenuti che siano ottimizzati per i motori di ricerca.

Tra i temi che potrai approfondire ci sono:

  • Come scegliere le parole chiave per ottimizzare il tuo contenuto.
  • Come creare il titolo accattivante e ottimizzato SEO.
  • Consigli per strutturare un articolo per il web
    cosa sono tag title, meta description e H.
  • Tanti suggerimenti per la creazione di un blog basato sulla scrittura persuasiva.

Compila il questionario:

Dove ci hai conosciuto:
Ti interessa ricevere un SEO Audit Gratuito del tuo sito?
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI* Se ci contatti o compili il form in questa pagina ti informiamo che i dati personali che ci hai volontariamente fornito verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alla richiesta posta ed eventualmente la mail generata potrà essere conservata all’interno del sistema di ricezione di email utilizzato dal titolare del sito. Questi dati non verranno registrati su altri supporti o dispositivi, né verranno registrati altri dati derivanti dalla tua navigazione sul sito e non saranno utilizzati per nessuna altra finalità (INFORMATIVA ART.13 REGOLAMENTO 679/2016)