Indicizzazione Google: consigli e strumenti utili per velocizzarla

Solitamente per l’indicizzazione Google di un sito web nuovo servono 2-3 settimane. Come ottenere più in fretta l’attenzione del motore di ricerca? Ecco alcuni consigli su come fare

Quando un sito viene mandato in online ci sono 3 diversi aspetti che è opportuno analizzare per comprendere quali azioni fare. Crawling (scansione), Indexing (indicizzazione) e Ranking (posizionamento) sono “fasi” diverse che spesso vengono confuse e che invece sono alla base della SEO, facciamo pertanto un po’ di chiarezza.

Indicizzazione Google | Crawling | Indexing | posizionamento
Indicizzazione Google

Crawling

I motori di ricerca dispongono di una serie di programmi informatici chiamati web crawler (da qui la parola crawling), che hanno il compito di trovare le informazioni che sono pubbliche. Per semplificare un processo complicato, è sufficiente sapere che il compito di questi crawler (noti anche come spider dei motori di ricerca o bot) è quello di scansionare Internet e trovare i server che ospitano i siti web. Gli spider visitano ogni sito web ed oltre a prendere nota del numero di pagine, seguono anche i link (che puntano a un sito web). Questo avviene continuamente e tengono anche traccia delle modifiche apportate a un sito web (grazie alla sitemap). La prima preoccupazione quando si ottimizza il proprio sito web per i motori di ricerca è quella di assicurarsi che gli spider possano accedervi correttamente, altrimenti se non riescono a “leggere” il  sito, non ci si può aspettare molto in termini di posizionamento o di traffico sui motori di ricerca; a riguardo dunque il controllo da fare è che il file chiamato robots.txt sia presente e correttamente definito.

Indicizzazione

Il crawling da solo non è sufficiente per costruire un motore di ricerca. Le informazioni identificate dai crawler devono essere organizzate, ordinate e archiviate in modo da poter essere elaborate dagli algoritmi dei motori di ricerca prima di essere messe a disposizione degli utenti. Questo processo si chiama indicizzazione. I motori di ricerca non memorizzano nel loro indice tutte le informazioni trovate su una pagina, ma conservano elementi quali: data di creazione/aggiornamento, titolo e descrizione della pagina, tipo di contenuto, keyword (parole chiave) associate, i link in entrata e in uscita e molti altri parametri che servono ai motori di ricerca. Perchè preoccuparsi del processo di indicizzazione? Se il vostro sito web non è presente nell’indice di Google o più in generale di un motore di ricerca, non apparirà per nessuna ricerca. Questo implica anche che più pagine avete negli indici dei motori di ricerca, più possibilità avete di apparire nei risultati di ricerca quando qualcuno digita una una query.

Posizionamento

La terza e ultima fase del processo è quella in cui i motori di ricerca decidono quali pagine mostrare nelle SERP e in che ordine quando si digita una query. Ciò avviene attraverso l’uso degli algoritmi di posizionamento dei motori di ricerca. Come funzionano gli algoritmi dei motori di ricerca? Nel corso degli anni gli algoritmi di posizionamento dei motori di ricerca si sono evoluti e sono diventati complessi.

Non appena online pertanto un sito web non viene automaticamente visualizzato da Google. Ogni giorno, come spiegato, i bot, ovvero i web spider che hanno il compito di scansionare la rete alla ricerca di nuovi contenuti, lavorano appunto per scoprire nuove pagine che verranno poi inserite all’interno del motore di ricerca. Solitamente per l’indicizzazione Google di un sito web nuovo servono dalle due alle tre settimane ma utilizzando alcuni strumenti, anche gratuiti, e una maggiore attenzione alla sua promozione è possibile attirare l’attenzione di Google e ridurre drasticamente le tempistiche per l’indicizzazione.

Indicizzazione Google: differenza tra indicizzazione e posizionamento

La spiegazione data ad inizio articolo ha consentito di comprendere la differenza tra indicizzazione e posizionamento, due processi ugualmente importanti per la visibilità di un sito e strettamente legati ma comunque differenti. Il primo, come detto, si riferisce alla possibilità che le varie pagine siano lette dal motore di ricerca e vengano quindi inserite all’interno del suo indice. Il secondo invece riguarda la posizione in cui Google inserisce il nostro sito all’interno dei risultati di ricerca (SERP) sulla base di una determinata keyword.

L’indicizzazione è quindi il passo fondamentale per potersi posizionare su Google, possibilmente tra i primi risultati. Il processo avviene sostanzialmente in automatico, in quanto sono i bot del motore di ricerca ad avere il compito di cercare le nuove pagine e indicizzarle, ma può essere accelerato attraverso alcune tecniche SEO.

Indicizzazione Google: strumenti utili

Lo strumento primario per l’indicizzazione di un sito web in Google e monitorarne la sua presenza tra i risultati di ricerca è Google Search Console, fornito gratuitamente da Google. Il software consente non sono il monitorare ogni aspetto di un sito web ma anche di risolvere eventuali problemi. Ad esempio con Google Search Console si può verificare che il motore di ricerca riesca a trovare il sito e ne esegua la scansione. E’ inoltre possibile richiedere una nuova indicizzazione dei contenuti aggiornati, visualizzare il traffico del sito, il posizionamento in base a specifiche parole chiave, problemi di velocità e molto altro.

Google Search console inoltre invia degli avvisi quando ci sono problemi di indicizzazione o in merito alla usabilità e mostra i siti che rimandano tramite link al proprio. Per verificare se il sito è indicizzato è sufficiente cercare site:iltuosito.com su Google o utilizzare il rapporto sulla Copertura di Search Console.

Una tecnica utile per velocizzare l’indicizzazione Google è quella di inserire una sitemap all’interno della Google Search Console, ovvero un documento che indica tutte le pagine che compongono il portale. Un’altra funzione chiamata Visualizza come Google che forza la scansione di una url. Si tratta di un tool molto utile quando si tratta di dare visibilità a pagine modificate. E’ però previsto un limite giornaliero.

A livello di codice potrebbe esserci un problema con il file robots.txt che impedisce la scansione della pagina da parte del motore di ricerca.

Search Console è quindi lo strumento base per l’indicizzazione Google ma può essere integrato con altri tool per velocizzare il processo. Tra questi c’è Pre Post SEO, una cassetta degli attrezzi dei seo specialist che permette di espandere l’indicizzazione ad altri motori di ricerca e quindi di posizionarsi in modo efficace anche su altre piattaforme come Bing, Yahoo!, Duck Duck Go e altri.

A questo proposito e vale anche per quando si pubblica un articolo Blog oppure una nuova pagina vi suggerisco di provare questo tool https://www.prepostseo.com/ping-multiple-urls-online vedrete un velocizzarsi nel processo di indicizzazione e soprattutto  notificherete anche agli altri motori di ricerca italiani ed internazionali la vostra presenza in rete. Ricordiamoci che sebbene il focus di questo articolo è l’indicizzazione Google, esistono altri motori di ricerca che aiutano a portare traffico organico e che non vanno ignorati. Esistono altri tool similari a quello sopra ma attenti alcuni inviano backlink spazzatura e vanno evitati. Il submitting tramite il tool sopra menzionato è molto efficace.

Ottenere visibilità da terzi

Allo stesso modo anche una presenza sui social network aiuta a favorire l’indicizzazione. Infatti una delle strategie più efficaci per far sì che Google prima visualizzi il proprio sito e poi lo premi nella SERP è quella di utilizzare il più possibile il linking interno o ancora meglio farsi citare da altre piattaforme esterne.

Lo strumento chiave però è la digital PR, ovvero creare una rete di giornalisti, blogger e influencer che possano sostenere e dare visibilità al sito. Tutto questo favorisce la costruzione di maggiore consapevolezza e fiducia verso il portale, ne aumenta il traffico e genera un impatto importante a livello di pubblico, che diventa sempre più fedele e attivo.

Un link esterno da un sito avente un’alta autorevolezza può ridurre i tempi di indicizzazione da settimane a pochi giorni.

Indicizzazione Google: serve una strategia digitale

L’indicizzazione è quindi il processo che porta Google a prendere coscienza del sito ma per il posizionamento serve una strategia digitale più strutturata che prevede un importante lavoro lato SEO. Per questo è importante rivolgersi a professionisti che possano supportarvi nella creazione di contenuti di qualità e, lato codice, per realizzare un sito snello, attraente e veloce che possa guadagnare in fretta posizioni all’interno della SERP, con evidenti vantaggi in termini di visibilità e tutto ciò che ne consegue per il business. SEO Leader fornisce un supporto completo da entrambi i lati per l’ottimizzazione del sito a prezzi convenienti. Contattami per un preventivo.

SEO Leader un partner per il tuo successo online

Vuoi ricevere traffico qualificato da Google e incrementare visibilità e conversioni?
Contattami e costruiremo un business di successo

Vuoi ricevere traffico qualificato da Google e incrementare visibilità e conversioni?

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI* Se ci contatti o compili il form in questa pagina ti informiamo che i dati personali che ci hai volontariamente fornito verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alla richiesta posta ed eventualmente la mail generata potrà essere conservata all’interno del sistema di ricezione di email utilizzato dal titolare del sito. Questi dati non verranno registrati su altri supporti o dispositivi, né verranno registrati altri dati derivanti dalla tua navigazione sul sito e non saranno utilizzati per nessuna altra finalità (INFORMATIVA ART.13 REGOLAMENTO 679/2016)

Compila il breve questionario e riceverai in Omaggio un esclusivo e-book!

“Guida al SEO Copywriting - Come realizzare un articolo ottimizzato SEO e utile per gli utenti”

Consulente SEO | SEO Specialist | Esperto SEO | SEO Milano

Cosa contiene l'e-book?

Un’introduzione pratica alla creazione di contenuti che siano ottimizzati per i motori di ricerca.

Tra i temi che potrai approfondire ci sono:

  • Come scegliere le parole chiave per ottimizzare il tuo contenuto.
  • Come creare il titolo accattivante e ottimizzato SEO.
  • Consigli per strutturare un articolo per il web
    cosa sono tag title, meta description e H.
  • Tanti suggerimenti per la creazione di un blog basato sulla scrittura persuasiva.

Compila il questionario:

Dove ci hai conosciuto:
Ti interessa ricevere un SEO Audit Gratuito del tuo sito?
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI* Se ci contatti o compili il form in questa pagina ti informiamo che i dati personali che ci hai volontariamente fornito verranno utilizzati esclusivamente per rispondere alla richiesta posta ed eventualmente la mail generata potrà essere conservata all’interno del sistema di ricezione di email utilizzato dal titolare del sito. Questi dati non verranno registrati su altri supporti o dispositivi, né verranno registrati altri dati derivanti dalla tua navigazione sul sito e non saranno utilizzati per nessuna altra finalità (INFORMATIVA ART.13 REGOLAMENTO 679/2016)